Acquedotto

L’acquedotto è detto di S. Paolino in quanto viene costruito su richiesta del santo ed è successivamente adibito per la funzionalità dei muilini, prima situati lungo la strada che costeggia il fiume Clanio.

Di esso restano ruderi ascrivibili all’epoca tardo-romana e si conserva l’arcata a tutto sesto in conci regolari di materiale tufaceo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Cliccando su accetto ne consentirai l'utilizzo. La mancata attivazione potrebbe compromettere la visualizzazione di alcune parti del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi